Logo Registro Fiat 124 Sport Spider

REGISTRO NAZIONALE FIAT 124 SPORT SPIDER

Ultimo aggiornamento: martedì 27 novembre 2018

LE NEWS DEL REGISTRO:
articoli e diari di viaggio degli associati

24 giugno 2018

54° raduno: il fascino della Garfagnana


Il 9 e 10 Giugno 2018 si è svolto il 54° raduno del Registro Nazionale Fiat 124 Sport Spider, stavolta nella verde Garfagnana, nell’appennino  toscano, nella provincia lucchese. Il meteo è stato benevolo ed ha fatto apprezzare ai 37 equipaggi provenienti da tutta Italia i meravigliosi paesaggi di questo prezioso e nascosto angolo d’Italia. Oltre al meteo dobbiamo ringraziare la buona sorte che ci ha donato le nostre spider, che ci permettono  di apprezzare nella loro pienezza i colori ed i profumi dei luoghi, e quasi di toccare con la mano quel fiore colorato che ti è sfrecciato accanto.

Barga è stata la prima tappa del nostro viaggio, cittadina della valle del Serchio che conserva l’impianto medioevale e affascina il visitatore che si inoltra nelle sue carraie, piccoli vicoli delimitati da case in pietra che sfociano su piazzette ornate da palazzi rinascimentali.

Una volta riuniti tutti i soci giunti alla spicciolata, scambiatici i saluti e i calorosi abbracci di rito,  guide esperte ci hanno accompagnato illustrandoci in modo esemplare la storia della cittadina, i particolari dei principali edifici, strade, piazzette e il loro legame con la storia civica della città dal medioevo al Rinascimento ai giorni nostri. Rientrati alle auto nel rispetto dei tempi scanditi dal nostro inossidabile Presidente, siamo stati sorpresi da una fragorosa passerella di consorelle Fiat 124 Abarth di alcuni amatori locali, che vista la congrega di 124 spider hanno pensato di salutarci facendo ruggire i motori e sgommare i pneumatici di quelle vecchie glorie ancora capaci di emozionare; una apprezzata e simpatica nota di colore locale che ha fatto battere forte il “cuore d’atleta” delle nostre vetture.

Terminata la bagarre e dileguati i fumi degli scappamenti, il gruppo si è quindi ricomposto ed avviato su un tragitto molto suggestivo, utilizzato per prove speciali in competizioni rallistiche. Strette stradine di montagna, fiancheggiate e coperte da boschi e fitta vegetazione, con tratti scoperti su ampi paesaggi finché, dopo l’ennesima curva, in una radura compare la nostra meta per l’intermezzo pomeridiano: il ristorante da Michele in località Campogno di Tereglio, un casale in pietra come sbocciato dal bosco. I gestori, oltremodo gentilissimi ed ospitali, ci hanno offerto specialità locali fatte in casa; al termine, a nome del Registro è stato donato ai proprietari un omaggio ricordo, e molti si sono ripromessi di tornare in questa ospitale oasi di pace.

Ripartiti a malincuore, siamo giunti sempre per strade secondarie all’Hotel Milano di Borgo a Mozzano, dove la cena ha concluso la bellissima giornata, resa tale grazie anche al bel clima di amicizia e serenità che ha accompagnato ogni momento della nostra due giorni

Domenica mattina l’aria frizzantina ci ha solleticato nuovamente la voglia di spider, e tutta la comitiva debitamente scappottata, si è avviata verso la Grotta del Vento di Vergemoli, raggiungibile da Gallicano tramite una strada scavata nella roccia, una curva dopo l’altra come piace a noi spideristi! ed immersa in boschi lussureggianti a picco su un torrente di acque cristalline dove si allevano ottime trote (n.d.r. consigliati i ristoranti della zona). La Grotta del Vento è così nominata per via dei camini che la collegano con l’esterno della montagna provocando forti correnti d’aria; pur essendo possibile una ampia varietà e difficoltà di percorsi guidati il gruppo si è mantenuto in un prudenziale percorso “semplice” che ci ha tuttavia mostrato di quali bellezze possa essere popolato il mondo sotterraneo, ben illustrato dalle guide esperte che ci hanno accompagnato.

Terminata la visita, su strade di alta collina questa volta con ampie curve  che tanto piacciono agli spideristi più rilassati, siamo giunti a Castelnuovo Garfagnana per il pranzo; siamo stai ospitati egregiamente dal Ristorante Da Carlino, accolti con calore e simpatia da babbo Leonardo Andreucci (figlio del fondatore Carlo da cui il nome) e dal figlio Carlo; il menù ha rispettato in pieno la fama del ristorante, ed è stato apprezzato da tutti i commensali per la qualità delle portate e l’efficienza del servizio. Il locale è altresì noto per l’attività agonistica di Paolo Andreucci, figlio del proprietario nonché 10 volte campione d’Italia di rally assieme alla compagna e copilota Anna Andreussi; a lui ed Anna rivolgiamo i nostri auguri di completa guarigione dopo il recente incidente in Liguria durante una sessione di prove gomme.

La Garfagnana, ancora poco conosciuta da molti, grazie a questo raduno si è mostrata in tutta la sua bellezza, e molti si sono ripromessi di tornare per completare la visita delle molte altre località disseminate nel territorio.

Vogliamo  infine ricordare che il successo dei nostri raduni è anche dovuto alla disponibilità delle Amministrazioni locali, in particolare per questo appuntamento vogliamo ringraziare calorosamente l’Amministrazione e la Polizia Municipale del Comune di Barga, di Vergemoli e di Castelnuovo Garfagnana, che nonostante gli spazi ristretti a loro disposizione ci hanno offerto la possibilità di parcheggiare comodamente ed in sicurezza le auto proprio davanti alle antiche mura della città di Barga, nel piazzale antistante la Grotta del Vento, nella Piazza di Castelnuovo Garfagnana.

In aria di ringraziamenti, rivolgiamo un doveroso GRAZIE!, in maiuscolo e 2 punti esclamativi, ai soci che ancora una volta con passione e sostenuti dal solo spirito di partecipazione si sono impegnati a scovare luoghi di interesse culturale, percorsi e paesaggi da veri spideristi, in un’Italia che dopo il 54° raduno sta diventando sempre più piccola… ma il Registro ha risorse inattese, quindi non mancate al 55° raduno!

Bruno Cortona

Link: 54° raduno: il fascino della Garfagnana | Notiziario